Spunti(3): La bibbia del Diavolo

Boemia, monastero di Podlažice. Anno del Signore 1229.

E’ notte, e nella sua cella il monaco Herman si agita insonne nel giaciglio.

E’ la sua ultima notte su questa terra; tra poche ore i suoi cofratelli verranno a prenderlo e lo sottoporranno al supplizio a cui è stato condannato: murato vivo, per aver infranto i suoi voti.

Herman non vuole morire, e in quelle ore disperate, quando l’oscurità è così fitta da essere un peso oppirmente sul cuore, quando nel buio si odono i richiami degli spiriti che vagano affamati sotto la volta nera del cielo, Herman fa un voto. Scriverà il più grande libro della storia dell’Umanità, a gloria del suo ordine e del Signore Onnipotente, e lo completerà in tempo per le Lodi a Ora Prima. In cambio, i suoi confratelli gli risparmeiranno il supplizio.

La sua fede prima, e la disperazione poi mettono le ali alla penna di Herman. Ma l’alba si avvicina e il codice non è completo. Herman verrà murato vivo.

Terrorizzato, Herman getta la penna e l’inchiosto d’insetto. Maledice il suo Dio, bestemmia il Suo Nome e rinnega la sua Fede. Senza fiato, nel buio della sua cella, stringe un patto scellerato con le potenze infernali. La sua anima, per completare il volume e avere così salva la vita.

Il diavolo accetta, e avvolge con la sua zampa artigliata la mano del monaco, guidandola rapida sulla pagina.

L’aurora giunge, e il manoscritto è compiuto. I confratelli di Herman trovano il grande tomo aperto sullo scrittoio; a tutta pagina, orrenda nella sua immensità, la più grande immagine del Diavolo mai realizzata li guarda ghignando con occhi di fiamma.

"tu non hai fame?"

Il Codex Gigas (Libro gigante) è il più grande codice medioavele del mondo.

Il Codex Gigas è contenuto in una copertina di legno ricoperta di pelle, con alcuni ornamenti in metallo. Le dimensioni sono: 92 centimetri di lunghezza, 50 di larghezza e 22 di spessore, misure che lo rendono il manoscritto più voluminoso del medioevo con un peso di 75 kg. Inizialmente conteneva 320 pagine di vellum, ma otto di queste sono state successivamente rimosse

da wikipedia

Contiene la sacra bibbia nella versione dellaVulgata; gli atti degli apostoli e l’Apocalisse dalla Vetus Latina; trattati di fisiologia, storia, etimologia; Etymologiae di Isidoro di Siviglia; Antichità giudaiche e la Guerra giudaica Giuseppe Flavio; la Chronica Boëmorum di Cosma Praghese; un calendario dei santi e l’elenco dei monaci dei monasteri di Podlažicama.

Cosa rara, tra queste pagine sono scritte anche numerosi incantesimi e formule magiche.  E la più grande immagine singola del Diavolo.

La pagina del diavolo (pg 290) e le pagine attorno ad essa sono più scure, annerite. Influenza diabolica? (*)

E la pagina precedente riporta una rappresentazione del regno dei cieli, così che il bene e il male si fronteggino, uno contro l’altro, per il resto dell’eternità.

l'agile volumetto

La leggenda del monaco Herman si è diffusa a poco a poco, ma l’interesse per questo tomo inizia poco dopo il suo completamento (e con esso, gli eventi funesti che accompagano i suoi possessori)

Il monastero di Podlažice  cade in disgrazia, e per risanare i suoi conti deve vendere il codice, che passa al monastero cistercense di Sedlec e successivamente a quello benedettino di Brevnov, nel 1477. Nal 1593 Rodolfo II lo fa suo per esporlo nella sua Camera delle Meraviglie a Praga.

L’imperatore non fece una bella fine: dal 1600 in poi si rinchiuse nel castello di Hradcany, in preda a frequenti allucinazioni ed a lunghe crisi depressive; finì spogliato di titoli e potere dai suoi stessi fratelli, e il suo unico erede finì i suoi giorni pazzo.

Durante la guerra dei 30 anni, l’esercito Svedese invade Praga: il codice diventa bottino di guerra e viene trasferito nella Biblioteca Reale di Svezia a Stoccolmadove ammaliò la regina Cristina I.

Figura peculiare, Cristina era stata cersciuta come un maschio, e al momento dell’incoronazione scelse le formule per l’ascesa di un Re, non di una Regina. Fu anch’essa costretta ad abdicare, e si trasferì a Roma portando con sé gran parte della sua vasta biblioteca, ma non il codice che l’aveva affascinata; nonostante il suo amore per la cultura, non volle avere con sè il Codex Gigas.

Il 7 maggio 1697 il castello reale fu devastato da un incendio che colpì anche la biblioteca, ma il codice venne salvato gettandolo dalla finestra (ferì un passante, e perse 8 delle 320 pagine che lo componevano).

sdeng

La leggnda fu avvallata anche dal fatto che la grafia dell’intero tomo è troppo regolare e costante per essere il frutto di un lavoro a molte mani; ma nonostante la supposta lunghezza di una simile fatica, non si riscontrano variazioni di grafia dovute a età, malattie o privazioni che un singolo monaco manifesterebbe se lavorasse per anni e anni allo stesso manoscritto.

In realtà un errore nella traduzione del termine recluso (Herman il Recluso, così è chiamato l’autore) spiegerebbe molte cose. Inclusus starebbe a indicare non il supplizio di essere murati vivi, ma la scelta di un monaco di trascorre in isolamento il resto della sua vita (clausura). Scelta che avrebbe permesso al nostro Herman di spendere qualcosa come 20 anni (stimati da esperti studiosi) alla lavorazione del Codex. L’opera di una vita.

Attualmente è conservato nella Biblioteca Nazionale Svedese a Stoccolma.

(*) NO. La pergamena si scurisce con la luce, e nei secoli la curiosità per questa rara immagine ha fatto sì che il libro fosse aperto più spesso qui (pg 290) che altrove, così che le pagine limotrofe si scurissero più di altre.

visione consigliata: The Codex Gigas by National Geographic.

Annunci

Pubblicato il aprile 15, 2012, in Approfondimento con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: