Thundercats (then and now)

Negli anni ’80 ci si drogava coi cartoni giapponesi.

Ma c’erano 3 serie americane che mi avevano messo una fotta notevole. E non mi sono mai azzardato a cercarle per riguardarle perchè il terrore che siano invechiate male mi ferma ogni volta.

La mia preferita (e che potrebbe essere rimasta guadabile) era I RANGER DELLE GALASSIE.

Western futuristico, con alieni,  cybersetting e il comprimario ombroso (o – come lo chiama il Doc nel suo Antro – bassista carismatico) più figo degli anni 80. Il gruppo era così composto:

Zachary Fox, capitano. Braccio bionico e moglie rapita dal cattivo.

Shane Gooseman: creato in laboratorio in un gruppo di supertrooper (l’ultimo sano della covata), healing factor, mutaforma, assorbi energia e badass a volontà.

Niko: redhead con i poteri psionici. Faceva l’archeologa, se non vado errato.

Watler Harford. Esperto di armi bianche, e combattimento in generale. Supregenio dei computer, capace di interfacciarsi e controllarti a volontà

E il theme song si chiama “NO GUTS, NO GLORY” fate voi…

Poi c’erano i SILVERHAWKS

Non avevano senso, d’accordo. Svolazzavano qua e la in uno spazio in cui respiravano tutti e sparavano dalle spalle, scopiazzando la classica forlmula giappo del gruppo a leader figo, secondo ombroso, gnocca combattente, gigante buono e bambino saputello. Però erano tutti cromati e avevano la visiera a scomparsa e le alette sotto le ascelle (che nel vuoto sono molto utili, immagino)

Quicksilver: con la corazza chiara chiara e il falco bionico sulla spalla, fa il capo.

Col. Bluegrass. Non vola, ma fa il pilota (suonando la chitarra e col cappello da cowboy!). La sua corazza vira al blu.

Steelhearth and Steelwill. gemelli (eterozigoti, imagino) con legame empatico, picchi uno e vien giù anche l’altro (che non è bello in battaglia). Hanno il cuore in acciaio. Corazza sul grigio.

Copper Kidd. Il bambino qui è un alieno, che non parla m zufola. Ovviamente corazza color rame.

In più c’era il capitano che sta sempre in ufficio con i vestiti buoni, il Comandante Stargazer.

Questa è sicuramente invecchiata male.

E poi c’erano loro. THUNDERCATS.

Chi non ha mai giocato urlando thunder thunder thundercats oooohhhhh non è più mio amico. (il look è drammaticamente anni ’80, lo so. Ma almeno non ci sono gli scaldamuscoli da Shaina dell’Ofiuco)

I principali erano:

Lion-o: grosso e figo, basato su un leone (ma dai!), con il guanto artigliato e la spada che si allunga con gemma onniveggente + batsegnale.

Tygra (in Italia, Tygro): quello intelligente, lo scienziato combattente del gruppo, e pure coi poteri mentali.

Panthro: il combattente figherrimo del gruppo, e anche meccanico e ingegnere. Imbevuto fino al midollo del codice d’onore dei thundercats.

Cheetara: l’unica doona per la prima parte della serie, combattente esperta, dotata di senso pratico e un sesto senso che le permetteva di sapere se qualcuno era in pericolo. Superveloce e tanto gnocca. E ha giustamente un debole per lo scienziato Tygra.

WilyKit and WilyKat, che non sono invecchiati nelle loro capsule ad animazione sospesa, sono i due marmocchi gemelli, che combattono con trucchi e astuzia.

Ora, tutto questo per dire che sta per concludersi la prima stagione del reboot dei Thundercats.

Agevolo trailer.

Il rischio bimbominchiata è alto, soprattutto per il fatto che a tutti i personaggi sono stati tolti dieci anni buoni (e li hanno messi tutte sulle spalle di Panthro, poveraccio), Inoltre 10 a 1 che Cheetara va con Lion-O, stavolta. E ovviamente l’influenza manga si vede: Mum-ra faceva molta più paura negli anni 80, ma non si può avere tutto.

Credo che farò un tentativo.

 Thunder Thunder Thundercats OOOHHHH.

Comunque Cheetara è sempre gnocca, e questo rassicura.

Annunci

Pubblicato il giugno 3, 2012, in visioni con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. The decor on the inside of the restaurant is absolutely
    beautiful. *Rounds table format. Ask your local club to run this
    for you.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: