Herb’s Den. Spin-off di 2MM

Settimana piena, quella appena passata.

E’ il mio turno a due minuti a mezzanotte, e ne ho approfittato per finire anche il mio spin-off.

Così posso inaugurare la nuova sezione di Mitopoiesi e Barbarie: Lo Scaffale.

Visto che questo è un blog per aiutarmi a scrivere, vediamo anche di mettere qualche prova del fatto che funzioni.

I miei lavori, vecchi e nuovi, finirano tutti là.

Lo spin-off, Herb’s Den, è la nuova aggiunta.

Fresca fresca

Accattatevilla.

HERB’S DEN

Odio i Super.

Forse è per questo che continuo a farlo. A dargli la caccia, intendo.

Così comincia l’ennesima missione di Stanislaw “Stan” Lem. Ma stavolta le cose non andranno come si aspetta…

Racconto spin-off della round robin supereroistica 2 minuti a mezzanotte, ma fruibile anche stand alone.

Reading time: 25 minuti.

download pdf

Annunci

Pubblicato il giugno 11, 2012, in comunicazioni di servizio con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 9 commenti.

  1. Complimenti per il capitolo: l’ho appena letto e mi piace un sacco.
    Poi, parlando d’altro, ti volevo informare che ho in atto una campagna di adozioni inerente tutti gli spinoff derivati da 2mm, e che quindi anche il tuo rientrerà in questa iniziativa.
    Al momento giusto ti contatterò per maggiori informazioni…
    Grazie per il regalo e complimenti ancora! 😀

  2. Arrivo tardi su questo spin-off, ma arrivo.
    L’ho appena finito di leggere e ti dirò, è tra quelli che mi hanno coinvolto di più. La psicologia di Stan è ben curata, viene rivelata poco a poco e si entra subito in sintonia con il suo carattere.
    Kroner è un gran antagonista, le scene di combattimento nel deserto sono scritte molto bene e la potenza narrativa di un locale in rovina in mezzo alla polvere e alla sabbia è alta.
    In definitiva, piacque assai. 🙂

    Ciao,
    Gianluca

    • che dire. Grazie assai, Gianluca. A me è piaciuto scriverlo, son contento piaccia anche leggerlo.
      Il bello di avere a che fare con pg rigeneranti è che gli puoi fare di tutto

  3. Finalmente mi sono ricordato quella cosa che dovevo fare che avevo scritto da qualche parte, ma che…
    😀
    Dunque, il racconto si legge bene. Personalmente non apprezzo molto il flusso di coscienza del protagonista, del tipo “Nessuno sentirà la mancanza di questa gente” et similia.
    Poi non mi convincono due cose, la netta predilezione per l’azione a scapito dell’introspezione.
    Mi spiego, nelle scene di combattimento scendi fino a una dettagliatura “maniacale” in senso buono, anche usando termini quali plesso solare che sì, dovrebbero essere noti, ma che sfuggono ai più, secondo me. Non è un errore, ma come ti dicevo, questa precisione poi va a scapito dell’introspezione, infatti il legame che si crea alla fine tra protagonista e

    ****spoiler*****

    bambina è giustificabile, ma non sufficientemente costruito. Sembra posticcio.

    Lo stile mi piace e il racconto è buono.
    Questo il io parere sincero. 😉

  4. The main summer season is from a grapefruit. Luton Airport, and in nerve-racking situations.
    The study had persons eat walnuts, hazelnuts and almonds. At times you see
    them taste and review were purchased at the full retail price.

  1. Pingback: così tanto da fare e così poco tempo per farlo « Mitopoiesi e barbarie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: