Pennellate veloci di supernerdismo

Ogni tanto mi sorprendo a vagare altrove con la mente, di solito in questioni che oscillano tra l’assurdo (il numero di Avogadro, in piselli, coprirebbe gli Stati Uniti con uno manto verde spesso 4 km) e il nerd spinto (quale potrebbe essere il più interessante utilizzo per la telecinesi?)

I supereroi quest’anno tirano, non c’è che dire, ma io ho sempre avuto una passione per gli eroi in costume (e non) e mi sono spesso fatto l’ipotetica domanda: se potessi avere un superpotere, quale vorrei? Niente di stano quindi che spesso mi ritrovi a pensare ad una risposta.

Di primo acchito mi verrebbe da rispondere: il fattore rigenerante. No malattie, no ferite incapacitanti, no invecchiamento o dolori costanti. Nella vita di tutti i giorni sarebbe senz’altro un bel cambiamento.

seiv de cirlider, seiv de uord

Però poi ti viene la voglia di provare cose più superpowa. La telecinesi per me vince tutto, anche senza sendere in nerdismi come hanno fatto con X-man (vibrare attraverso le molecole, scaldare, passare da una dimensione all’altra…). Semplicemente muovere le cose (e se stessi) con il pensiero, nel macromondo. Senza contare che una quantità non indifferente di altri superpoteri può essere ripordotta con una telecinesi ben controllata ed efficace: volare, superforza, agilità, invulnerabilità (se la utilizziamo su noi stessi); qualsiasi potere fisico, negli effetti se non nella dinamica, può essere riprodotto con la telecinesi. (si, Chronicle mi è piaciuto un casino). Senza contare che basterebbe un giro di tanto in tanto nei casinò per non doversi mai più preoccupare del conto in banca (se non si vuole fare di peggio).

Telepatia e teletrasporto sono interessanti, ma piegare gli altri al mio volere non mi ha mai affascinato, e pur essendo un pessimo lettore del comportamento altrui, non mi interessa nemmeno vedere cosa c’è dentro la scatola cranica della gente; spostarsi da un luogo all’altro così – snap – ora che sto lontano da casa e ho amici sparsi in almeno 3 continenti diversi, sta acquistando molto molto fascino (anche non dover mai fare il pendolare, entrare e uscire da luoghi ancora (o già) chiusi. Eppure, pur essendo il super potere che più si incastra nella vita di tutti i giorni, movimentandola, non mi permetterebbe di fare un’altra vita. Diciamo che colorerebbe la vita di tutti i giorni con molta più variabilità (stasera vado a vedere Pechino, poi mi dormo da un’amica a Londra e domattina sono al lavoro puntuale (si, me ne sto sbattendo dei fusi orari), ma in fondo in fondo non mi convive. (no ho mai visto Jump. e visto che ne sento solo parlare male, mi sa che passo)

I velocisti mi piacciono un casino, ma un casino proprio. Solo che non riesco ad accettarli nemmeno con la più sfrenata sospensione d’incredulità: solo perché sei più veloce non vuol dire che non ti stanchi: un centometrista non ti corre così per kiometri e kilometri, e di sicuro non lo fa portandosi dietro qualcuno; nei fumetti velocisti attraversano città e stati interi, corrono con la gente in braccio e a me vien il fiatone solo a pensarci. Bocciato.

I vari poteri bislacchi (quelli al limite del powerplay per dire) non mi interessano, fatico a visualizzare gente che vola urlando, che emette energia dalle mani, che modifica la realtà col pensiero… e poi lo scopo non è diventare un guerrigliero, è interagire nel mio mondo. Che mi frega di sparare laser dagli occhi?

In conclusione, penso che penderei il fattore rigenerante per vivere a lunghissimo e vedere cosa succede dopo, pur sapendo che in questa lunga vita continuerei a pensare a che figata sarebbe stata se invece avessi preso la telecinesi…

—————-

un potere che non ha gli stessi benefit degli altri, ma che potendo prenderei assolutamente, è l’invisibilità. Quando ho visto le prime due stagioni dei Misfits ho fatto un salto visto che Simon fa esattamente quello che vorrei fare io. Sparire per i fatti miei e stare in mezzo alla gente senza che la gente possa vedermi. Libertà.

cioè, quasi

Annunci

Pubblicato il agosto 2, 2012, in mumble mumble con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Il teletrasporto. Assolutamente. Se trovassi la lampada di Aladino e avessi tre desideri, gli chiederei il potere del teletrasporto. Gli altri due desideri non mi servono, li lascio in beneficienza.
    Jump non è un granchè, ma solo perchè la trama è una boiata; ma il superpotere che voglio è proprio “quello”. Poter essere in qualsiasi parte del mondo quando mi pare. Andare al mattino a fare il bagno in polinesia e alla sera al ristorante in Times Square (e andare via senza pagare:-) ). Magnifico.
    Il Moro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: